domenica 14 settembre 2008

E' ARRIVATO L'AUTUNNO

Freddo pioggia e vento, questi sono stati gli ingredienti per questo fine settimana, solo qualche piccolo raggio di sole ha fatto capolino nel cielo, ma troppo poco per scaldare un pò la giornata...
E' domenica mattina, la classica giornata che per antonomasia deve essere ricca di allenamenti, ma piove tanto...tanto...e ancora tanto. Decido per la mtb e mi dirigo verso le mie montagne...





Si va verso Recoaro e poi per la mitica contrada di Rovegliana...sentieri e strade sterrate con tante pozzanghere che sembrano paludi. Il vento forte di questi giorni ha distrutto foglie e piante, rendendo i sentieri di difficile percorrenza....fa freddo e le mani cominciano a gelarsi nonostante i guanti purtroppo la pioggia ha reso difficile il percorso e quindi decido di accorciare l'uscita visto le condizioni estreme e il rischio di una caduta...


La strada di civillina è viscida e ricoperta già dalle foglie, molti sassi non si vedono e quindi tiro i freni e scendo cauto in mezzo a una atmosfera autunnale...ma all'improvviso mi trovo davanti un piccolo imprevisto da superare






Non pensavo certo di trovarmi davanti una pianta spezzata a metà dalle intemperie, così senza battere ciglio son sceso dalla bici e dopo averla proiettata dall'altre parte salto anch'io la pianta pronto a riprendere il giro....














E' ora di tornare e in fretta anche....non tanto per la pioggia, ma per il freddo più che altro che inesorabile si fa sentire sempre di più sulle mani e adesso anche sui piedi

Qualche pedalata ancora e sono a casa, dove senza idugiare un attimo, mi butto sotto la doccia calda...Sacrificio e tanta volontà questi sono gli aspetti di un triathleta sempre pronto ad allenarsi, inseguire un sogno è difficile e alle volte anche queste uscite controvoglia sfidando un tempo da lupi aiutano a correre più veloce per riuscire a raggiungerlo questo sogno...

un saluto a tutti

filippo

2 commenti:

kaiale ha detto...

Ciao Filippo, ier a mergozzo freddo e non ho gareggiato.
da oggi però mi sono ripromesso, con freddo e pioggia esco lo stesso..e dopo vado in bici..devo vincere ste paure.

a..ti ho aggiunto tra i miei blog amici

ciaociao
alessio

FILIPPO DAL MASO ha detto...

ciao Alessio purtroppo il freddo è tremendo e non ci si può abituare, bisogna invece prevenirlo vestendosi e preparandosi a ogni evenienza soprattutto nelle gare lunghe....buon allenamento...

ciao filippo

ps ti aggiungo anch'io alla lista appena riesco ad aggiornare il blog