martedì 10 maggio 2011

POWERMAN ITALY


Siamo a Valmadrera in provincia di Lecco per la seconda edizione del Powerman Italy, circuito di duathlon mondiale su distanza mediolunga. Fin dagli ironman il destino mi riserva sempre il turno di notte prima delle gare importanti e così anche in questa occasione il fato non è da meno..finisco di lavorare sabato mattina alle 6 e dopo tre ore di sonno si parte per Lecco. Pomeriggio all'insegna del briefing e della sistemazione materiali, cena a base di pizza e poi nanna sul presto anche se per ovvie ragioni mi riesce di dormire solo qualche ora visto i trascorsi lavorativi...non importa l'obbiettivo è quello di soffrire e quindi io non mi faccio mancare nulla. Giornata soleggiata ma ventosa...tanto ventosa, al mattino si sta bene con il giubbino addosso tanto che sono indeciso se correre solo con il body o anche con qualcosa sopra, poi però il sole si fa sentire e la temperatura sale intorno ai 30 gradi. Tutto è pronto, guest star è Antonio Rossi il pluri medagliato olimpico che prende posto tra di noi per correre la staffetta sprint, il suo augurio risuona tra tutti soprattutto tra i tanti elite che oggi sono in partenza..il campione europeo di duathlon, quello nazionale tedesco, il belga ,l'olandese, lo svizzero, perfino dal Lichtenstein e infine i nostri italiani..una bella parata insomma, il livello infatti è altissimo come la partenza..
Per una volta decido di correre con il cardio, di solito sono restio (se non per gli ironman) e visto che non avevo fatto a tempo a montare il computer sulla bici da crono mi porto il mio bel garmin al polso settato sulla modalità multisport...Botto e si parte, subito voglio fare lo "sborone" e mi metto con il primo gruppo dopo 200mt i battiti sono già a 178 (soglia 174 ndr) e dopo 400m a 183bpm. La velocità 3.04 min/km...il primo pensiero che mi passa per la testa è:" Pippo sei un cogl...." e così calo un pochino e mi accodo al secondo gruppetto appena dietro...la corsa è vallonata in totale 100m di dislivello, tengo duro e riesco a trovare un buon ritmo appena sotto i 3.30 min/km. Mi riprendo un pò e alla fine riesco anche ad aumentare il ritmo sentendo scoccare la fine del decimo km a 50 metri dall'entrata in zona cambi. Il chip cronometrico i rileverà poi un 33min 12 sec, che già per me è il personale sui 10000 con la bellezza di 183 battiti medi.
E' arrivato il momento della bici, parto bene nonostante la fatica della corsa ma il cuore non ne vuol sapere di scendere, calo così un pochino il ritmo fino all'inizio della salita. Il cuore scende un pò e vengo raggiunto dall'amico Baldelli il quale dopo gli incoraggiamenti di rito mi passa alla grande con un ritmo davvero spettacolare...Lo tengo a vista, ma dopo un pò devo desistere e fare il mio ritmo regolare fino alla fine della salita che arriva dopo 13km..Ristoro al volo e si parte in discesa, la mia specialità...dopo innumerevoli e sacrosante raccomandazioni da parte dello staff, prego solo che non ci sia tanto traffico per non dover rallentare, la discesa parte bella, strada larga e ben visibile ma dopo la prima curva mi trovo davanti già un trattore carico di legna che occupa tutta la strada..trovo uno spiraglio e riesco a passarlo a mò di volata e riprendo a scendere...viaggio alla grande tanto da ricevere i complimenti da un motociclista che mi segue per tutto il tratto in discesa e una volta sul lungo lago trovo anche la forza di spingere bene e percorrere gli ultimi 20 km sempre sopra i 40km/h
Entro in zona cambi, giù dalla bici e via come un fulmine...si parte per il secondo 10000. Per questioni logistiche il tratto del giro è stato ridotto così dai 2 giri da percorrere nella prima frazione diventano 4 nell'ultima..Mi sa che però sono andati lunghi con i birilli del giro di boa e dopo 38min 30sec mi suonano i 10000metri ma il traguardo è ancora lontano..
Eh mi sa che il buon Renzo (l'organizzatore ndr) ci ha voluto mettere alla prova anche dal punto di vista psicologico e noi da bravi atleti stiamo al gioco...così agonizzo ancora un pò giusto il tempo di pigliare un ultimo gel quello dell'ultimo km quando proprio non sai più dove andare a prendere le energie..ma il traguardo arriva e dopo 3h e 36 min lo passo contentissimo a braccia alzate...
Subito ho bisogno d'acqua, il sole e il caldo si sono fatti sentire è stata una vera sofferenza come da pronostico visto che comunque resta pur sempre una competizione e di sicuro è stata condivisa da tutti indipendentemente dal tempo di arrivo...un applauso va a tutto lo staff organizzativo per la perfetta riuscita della manifestazione...tutto era perfetto dal briefing al pasta party finale..che dire bravissimi Triathlon Lecco..
Premiazioni da manuale e grande soddisfazione per il mio 9° posto assoluto in questo contesto internazionale ricco di atleti elite...un applauso va agli elite italiani che con Picco Alessio arrivano al secondo scalino del podio...un esempio da seguire..
Un ringraziamento particolare va alla Geko Bike West Cicli che mi ha fornito l'abbigliamento e tutto il supporto tecnico necessario, un grazie a Marco quindi per tutta la pazienza che ha nel sopportarmi e a tutti voi che mi seguite il vostro tifo è sempre nella mia testa che mi aiuta a correre sempre più forte..
un grazie a tutti
ciao filippo

7 commenti:

AME ha detto...

Bravissimo Pippo ormai non so più come complimentarmi con te ! :-)

Guzzo ha detto...

Grandissimo Pippo... azz ma pure qualche km in più vi hanno fatto fare... ma cmq, come mi hanno insegnato la prima volta che ho messo le scarpe da corsa:

Uomo... solo la sofferenza porta alla gioia podistica!

Rino ha detto...

Ciao Filippo,

sono Rino avevo la bici vicino alla tua, ci siamo salutati al mattino.

Compòimenti !

kaiale ha detto...

grandissimoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

JohnJohn ha detto...

Gajardo!!! Sei proprio un mito!!!

FILIPPO DAL MASO ha detto...

ciao Ame ti ricordo che sei tu il pluri ironman, i complimenti sono a doppio senso...Diego grande verità sulla corsa più si soffre e più si gioisce, speriamo vada sempre bene, ricordati che tu hai Pescara fra poco e li si che vedrai Triathlon...Rinooooooo e come no peccato che non ti ho visto nel dopo gara, caspita alla prossimaaaaaa....Grazie Ale sempre al massimo

FILIPPO DAL MASO ha detto...

grande Giovanni, grazie ci si vede in bici così tiriamo ben bene qualche allenamento